5 Pointz Italy | Festival delle Culture Metropolitane

5 Pointz Italy | Festival delle Culture Metropolitane

Titolo

5 Pointz Italy | Festival delle Culture Metropolitane

Inaugura

Venerdì, 9 Settembre, 2016 - 20:30

A cura di

Gigi Rigliaco, Angelo Raffaele Villani

Artisti partecipanti

AWER, Chekos’Art, Guido Corazziari, Fenix Asar, Fabrizio Fontana, Frank Lucignolo, Salvatore Masciullo, Neea.Bros, Nekos One, Nocci, Nista, Massimo Pasca, SPIT, Stencilnoire, Alessandro Suzzi

Presso

Cineteatro Impero
Via Nazario Sauro, Maruggio (Ta)

Comunicato Stampa

5 POINZ Italy

Festival delle Culture Metropolitane

 

9.10.11 settembre 2016

Camponarino/Maruggio (Ta)                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

Vernissage:

9 settembre 2016 - Ore 20:30

Cinema Impero, Via Nazario Sauro

 

Direzione scientifica e coordinamento ROSSOCONTEMPORANEO

 

 

Dopo il successo del primo appuntamento a Polignano a Mare (Ba) di 5 POINTZ Italy | Festival delle Culture Metropolitane, ideato e coordinato da Angelo Raffaele Villani dell’Associazione culturale OpificioCreativo, con ROSSOCONTEMPORANEO ed in collaborazione con Gigi Rigliaco, direttore artistico di ART and ARS Gallery di Galatina (Le), il Format del mondo metropolitano si sposta in terra ionica, con la seconda tappa di Campomarino e Maruggio (Ta) del 9.10.11 settembre p.v.

5 POINTZ Italy sostiene Matera Capitale Europea della Cultura 2019, e vede Regione Puglia ed i Comuni di Polignano a Mare (Ba), Maruggio (Ta), Copertino (Le) e Lucera (Fg) quali partners ufficiali dell’evento, con Matera Capitale Europea della Cultura 2019, SAC | Mari tra le Mura ed Apulia Film Commission partners morali ed ancora con Il Sito dell’Arte come media partner del format.

L’evento di Maruggio (Ta), come anche quelli che seguiranno ancora, prevede una fitta serie di appuntamenti: talk tematico su street art, graffiti e culture metropolitane, con contributi video di corrispondenti da Verona, Milano e Rimini; il film indipendente NUMERO ZERO, narrazione della storia del rap italiano; “WOW! E basta” - la mostra d’arte contemporanea e documentaria sulle poliedriche manifestazioni del fenomeno metropolitano con artisti pop art e street art tutti pugliesi. Ma ancora presentazione di libri, laboratori street art per ragazzi, dj set metropolitano e naturalmente street art, con il Cineteatro IMPERO, che vedrà regalarsi una nuova veste scenografica, grazie ad un intervento di urban art di artisti sempre pugliesi. 

Al secondo appuntamento di Maruggio (Ta), il Progetto 5 POINTZ Italy 2016 farà seguire altre tappe regionali, con Copertino (Le) il 16 e 17 settembre e Lucera (Fg) il 30 settembre ed 1 e 2 ottobre. Ai primi quattro appuntamenti ne seguiranno altri, fino alla chiusura del tour 2016 di 5 POINTZ Italy, a dicembre, che si terrà nella città di Lecce.

 

CONCEPT

 

5 POINTZ Italy ripropone il proprio format prevalentemente d’indagine critica ed analitica sulla complessità del fenomeno delle culture metropolitane, con connotazioni di chiara originalità rispetto ad appuntamenti ormai ricorrenti di quasi esclusivi interventi artistici (su muri pubblici o privati) e di possibili operazioni di riqualificazione di ambiti degradati e/o irrisolti di specifici contesti urbani.

Dopo un Anno Zero in terra ionica e la Prima Edizione del 2015, tenutasi a Polignano a Mare (Ba), l’Edizione di quest’anno sperimenta un possibile tour ripetibile nella formula di autentico Festival delle Culture Metropolitane, da far viaggiare sull’intero territorio pugliese, con l’obiettivo di creare ed istituzionalizzare un Museo di Arte e Cultura Urbana en plein air, ricollegando aree urbane periferiche e sistema extraurbano delle campagne in un percorso di fruizione, ripensamento strutturale, rivitalizzazione e riqualificazione di spazi pubblici irrisolti - come siti e strutture periferiche o nodi infrastrutturali - per restituirgli dignità di luoghi urbani, di nuova socializzazione o ancora di aggregazione per la comunità.

Il nome del format, è un chiaro omaggio al 5 POINTZ newyorkese, l’edificio industriale del Queens, Tempio del graffitismo internazionale abbattuto il 18 novembre 2013, con la definitiva cancellazione di circa 400 graffiti di artisti provenienti da tutto il mondo e la realizzazione di nuovi edifici per uffici ed abitazione. Un gesto irreparabile che portava al definitivo abbattimento di un simbolo unico della cultura metropolitana tutta, segnando una sconfitta pesante per il mondo della cultura, quale luogo di contaminazioni delle esperienze umane.

Partendo da Polignano a Mare (Ba), e poi transitando per altre province e città pugliesi, 5 POINTZ Italy rilancia quel Brand (o simbolo), mix complesso di valori culturali metropolitani, ormai così vicini alla nostra quotidianità.

Dalla demolizione di 5 POINTZ alla “costruzione” di un nuovo “edificio diffuso” che, partendo proprio da Polignano a Mare (Ba), terra di uno dei personaggi più internazionali che l’Italia possa vantare – Domenico Modugno – possa estendersi a realtà e territori non solo limitrofi, ma anzi di ambito regionale, si costruirà un percorso di bellezza reale, fisico e visitabile, oltreché virtuale.

Rinasce 5 POINTZ, ricostruendo fisicamente un Brand, immaginario collettivo internazionale del Graffitismo e delle Culture Metropolitane.

5 POINTZ Italy mira ad istituzionalizzarsi come Festival annuale, luogo di sperimentazione ed analisi, dove rendere possibile l’incontro tra artisti di fama nazionale ed internazionale, curatori, professori universitari e ricercatori, invitati appositamente a dialogare e ritrovarsi attorno a questo mondo, che in maniera sempre più insistente e ramificato starebbe contaminando la nostra quotidianità, nelle sue più diverse manifestazioni.

Un universo ricco e contraddittorio di forme e linguaggi dinamici espressi da media sempre diversi - murales e tag, stencil e posters, stickers e pins - ma anche dall’affascinante mondo della multimedialità, tra video e web.

Le prime manifestazioni Street Art, databili negli USA all’inizio degli anni ’70 del secolo passato (gli albori del graffitismo newyorkese), sono ormai un fenomeno socio-culturale, urbano e metropolitano contemporaneo che ha travalicato il sottile limite culturale che la etichettava come “arte illegale” per diventare una sempre più condivisa “arte istituzionalizzata” ed “urbana”, entrando di diritto nei luoghi ufficiali dell’arte e nei musei. Attraverso le proprie influenze indiscutibili sulle arti visive, la Street Art assume una rilevanza unica sul panorama della creatività contemporanea. I Graffiti influenzano la grafica pubblicitaria, le campagne di marketing, il gusto di migliaia di persone.

 

PROGRAMMA

 

Il Festival 5 POINTZ Italy, nelle sue diverse tappe – da settembre a dicembre - prevederà talk, mostre, collegamenti skype, dj set, concerti,  esibizioni di artisti di strada, breakdance e naturalmente street art e graffiti.

A Campomarino/Maruggio (Ta), l’appuntamento 2016 si svolgerà in tre diverse location:

(Per maggiori info si rimanda al programma dettagliato e/o al sito internet: https://5pointzitaly.com/)

 

1.     Negli spazi espositivi del Cineteatro Impero, in Via Nazario Sauro, con la mostra d’arte contemporanea e documentaria “WOW, e basta”, in collaborazione con ROSSOCONTEMPORANEO e ART and ARS Gallery, in un confronto artistico tra Pop Art e Street Art/Graffitismo, tra assonanze e dissonanze. In mostra la poliedricità comunicativa di artisti, tutti pugliesi, appartenenti ai linguaggi espressivi di Pop Art e Street Art, in un percorso che si fa confronto attivo, con, a volte, momenti di sovrapposizione narrativa pur nella diversità.

In mostra: AWER, Chekos’Art, Guido Corazziari, Fenix Asar, Fabrizio Fontana, Frank Lucignolo, Salvatore Masciullo, Neea.Bros, Nekos One, Nocci, Nista, Massimo Pasca, SPIT, Stencilnoire.

2.     Sulla facciata del Cineteatro Impero, con “IMPERO”, la prima opera di urban art della cittadina tarantina, inserita nel percorso regionale di 5 POINTZ Italy. A realizzare l’opera, tematicamente incentrata su memorie e personaggi della storia del teatro e del cinema, alcuni degli street artists più attivi e rappresentativi del panorama pugliese, appartenenti a crew ed associazioni operanti sul terreno nazionale, ma non solo;

3.     Al Cineteatro Impero, con talk tematico d’indagine ed analisi del fenomeno metropolitano, con ospiti, docenti universitari, curatori e galleristi; ma anche con la proiezione del film indipendente NUMERO ZERO, storia del rap italiano, ed altri appuntamenti ancora. Al talk, tra gli altri: Massimo Guastella, Professore di Storia dell'Arte Università del Salento e Direttore del MAP Brindisi, il gallerista Gigi Rigliaco, Direttore artistico di ART and ARS Gallery, lo scrittore e giornalista Ennio Ciotta, l’architetto ed urbanista Francesco Maiorano, con la scrittrice ed editor tarantina Mara Venuto, in qualità di moderatrice.

4.     Previsti collegamenti e/o interventi video da Milano col creativo Miki Degni, da Verona con l’architetto Daniela Cavallo, da Rimini con Antonio Libutti, ideatore e produttore di “Con gli occhi al muro”, un film documentario e ricognitivo sulla street art italiana.

5.     In Piazzale Italia a Campomarino, con l’attore e cantante Giorgio Consoli che interpreterà in versione poetica alcuni dei più celebri brani della terza generazione del rap italiano, ma anche con un DJ Set ad opera di DJ Peg, tra i più attivi operatori del settore nella scena provinciale.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Informazioni su ''