MICHELANGELO. RITRATTI DI UN GENIO E DEL SUO TEMPO

MICHELANGELO. RITRATTI DI UN GENIO E DEL SUO TEMPO

Titolo

MICHELANGELO. RITRATTI DI UN GENIO E DEL SUO TEMPO

Inaugura

Mercoledì, 12 Dicembre, 2012 - 18:00

A cura di

Alessandro Romanini

Presso

M.U.S.A. Museo Scultura e Architettura

Comunicato Stampa

MICHELANGELO. RITRATTI DI UN GENIO E DEL SUO TEMPO.
Un progetto della Fondazione Centro Arti Visive di Pietrasanta.
A cura di Alessandro Romanini.
"Il Benignissimo Rettor del Cielo volse clemente gli occhi a la terra […] si dispose mandare uno spirito che universalmente in ciascheduna arte et in ogni professione fuse abile […] nella scienza delle linee, nella pittura. Nel giudizio della scultura e nella invenzione della veramente garbata architettura" così Giorgio Vasari descrive la figura di Michelangelo Buonarroti nelle sue famose "Vite".
Un genio che ha influenzato i secoli a seguire, la cui carriera artistica si estende per quasi 75 anni, dagli anni di apprendimento nella bottega del Ghirlandaio sul finire degli anni ’80 dove fu sorpreso poco più che dodicenne a “[…] ritrarre di naturale il ponte con alcuni deschi […]” come recita il Condivi, oppure di lì a poco, nel 1491, non ancora sedicenne, scolpisce la Madonna della Scala e la Battaglia dei Centauri, fino ad arrivare alla Pietà Rondanini, terminata di scolpire 6 giorni prima della sua morte avvenuta il 18 febbraio 1564, come testimonia la lettera di Daniele da Volterra inviata a Giorgio Vasari e Leonardo Buonarroti.
Un’artista che si è cimentato con successo in tutte le discipline artistiche, dal disegno alla pittura, dalla scultura all’architettura per arrivare alla poesia.
La rassegna vuole affrontare alcuni aspetti determinanti –e altri meno conosciuti e dibattuti- dell’opera e della biografia di Michelangelo Buonarroti.
Elementi biografici e politici che hanno influenzato la sua opera e il metodo creativo (l’ammirazione per artisti del passato, lo stile e la tecnica, l’interpretazione delle iconografie, etc.) sono alcuni temi affrontati dal critofilm di Carlo Ludovico Ragghianti “Michelangelo”.
L’intenso e prolungato rapporto con il territorio Apuo-Versiliese, dove reperiva i marmi e iniziava a “liberare la forma dalla materia” (oggetto della conferenza di Costantino Paolicchi).
La religione ed i rapporti complessi, a volte conflittuali, con la Chiesa e il potere temporale (affrontato dal documentario “Michelangelo. Una passione eretica”).
Rapporti che lo hanno accompagnato per tutta la sua lunga carriera, simboleggiati da opere come il ciclo di affreschi della Cappella Sistina e la Basilica di San Lorenzo (oggetto di due documentari curati da Antonio Paolucci).
Un condensato di tutti questi elementi è contenuto nella docufiction prodotta in alta definizione da Sky Arte HD dal titolo “Michelangelo. Il Cuore e la Pietra”, con gli scritti e le poesie di Michelangelo letti dall’attore Giancarlo Giannini e l’interpretazione del Buonarroti affidata a Rutger Hauer.

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 415 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)