La risata di Pep Marchegiani ci seppellirà: Renzi è avvisato.

La risata di Pep Marchegiani ci seppellirà: Renzi è avvisato.

 

"Niente di ciò che è bello è indispensabile alla vita. Se i fiori venissero eliminati, il mondo non ne soffrirebbe materialmente; chi vorrebbe tuttavia che non ci fossero più fiori? Rinuncerei più volentieri alle patate che alle rose, e credo che soltanto un utilitarista potrebbe essere capace di distruggere un'aiuola di tulipani per piantarvi dei cavoli".

Théophile Gautier

 

L'idea dell'arte, che persevero e inseguo è quella di un linguaggio che faccia riflettere sul senso della condizione umana e della sua caducità; un arte che non insegua i processi economici, ma li tenga a distanza di sicurezza, frenandoli e moderandoli, anche con una caustica risata grossa e grassa che tenda a sepellirli.

L'intro è per presentarvi, un artista Pescarese, di nome Pep Marchegiani, che si è presentato nella martoriata Taranto, simbolo dei soprusi e della negazione del lavoro in Italia, con il suo alberello salva Taranto, non un decreto ma una operazione artistica per farci riflettere sul senso del limite della logica del profitto.

Pep, con un suo intervento performatico e street artistico, ha  collocato alberelli salva Taranto in undici diverse profumazioni, prodotto tipicamente ItaGliano al cento per cento; collocati nel perimetro dello stabilimento siderurgico, alcuni macrospcopici e di gran formato; i gusti? Fragola, Mandorla, Platano e Ravanello.

Il tentativo? Quello di salvare il capoluogo Jonico attraverso l'arte.

Racconta Pep, che la sua è una messa in sicurezza di un problema che non può più passare per la Tecnologia e la politica, ma va consegnato all'arte:

“Taranto è salva. La sconfitta dei cattivi odori emanati dall’Ilva è un successo senza precedenti. La soluzione definitiva per salvare la città non è stata ideata dalla politica e non è frutto della tecnologia o della scienza. A guardare quegli ‘Ilva Magique’ di tutti i gusti verrebbe da sorridere, se non fosse che ci troviamo davanti ad una immane tragedia, mentre i cittadini muoiono ed il mondo osserva l’Italia sbigottito”.

Con questa iniziativa  l'arte si fa portavoce e protagonista del percorso di sensibilizzazione verso la salvaguardia dell'ambiente. Il blitz artistico diviene così un mezzo provocatorio ed irriverente per indurre alla riflessione. La MT Factory, in occasione di questa collaborazione con l’artista Pep Marchegiani, apre i battenti verso una serie di blitz artistici all’insegna della creatività, facendo sì che la brandizzazione sia solo il risultato finale per far conoscere, attraverso la moda e il design, una fabbrica di idee in pieno stile pop”. Mirko Tocchio

 Lo scorso 7 gennaio, sempre in collaborazione con la MT Factory, Pep Marchegiani è passato  per Firenze per un'altra sua operazione dal nome in codice “Fu’Renze” : decine di riproduzioni del David e dozzine di copie del curriculum europeo di Michelangelo, aggiornato al 2014, hanno invaso le vie della cultura, per sensibilizzare sul rilancio dell’arte contemporanea.

See video
mimmo di caterino

Commenti

Parliamo anche del bellissimo

Parliamo anche del bellissimo centro storico di Taranto abbandonato e in stato di crollo fotografiamolo e paragoniamolo con alcune città in zona di guerra!

-

Federico Cozzucoli

www.federicocozzucoli.net

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 513 visitatori collegati.

Informazioni su 'Mimmo Di Caterino'

Metti il tuo post in evidenza

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)