Patrizia Comand. La nave dei folli

Alla pittrice contemporanea Patrizia Comand è dedicata la nuova mostra del Labirinto della Masone, che avrà inizio l’11 febbraio, in concomitanza con la riapertura della struttura dopo la pausa invernale, e terminerà il 19 marzo

In una delle sale della Corte Centrale, affacciata sulla piazza nel cuore del labirinto di bambù, impreziosita da un allestimento rinnovato e arricchita da un’ampia biblioteca, sarà esposto il capolavoro della pittrice milanese, La nave dei folli, insieme ai numerosi disegni preparatori.

Ispirato all’omonima opera quattrocentesca scritta da Sebastian Brant (in originale Das Narrenschiff), alle cui illustrazioni aveva collaborato un giovane Albrecht Dürer, l’imponente dipinto di Patrizia Comand (9 metri di lunghezza) è la testimonianza della raggiunta maturità creativa dell’artista. Con questo dipinto Comand riesce infatti a creare un universo visivo e narrativo originale e autonomo, dove fluttuano o danzano figure allegoriche, dai chiari rimandi simbolici rivolti sia al poema di Brant sia alla nostra attualità. È un racconto morale e allo stesso tempo ironico, dove i personaggi, pur caratterizzati da una fisicità importante, sono resi leggeri e talvolta comici nei loro vizi tramite un sapiente uso del colore e del tratto. L’esposizione è corredata da un catalogo, stampato da Franco Maria Ricci, con testi di Philippe Daverio e Giovanni Mariotti, affiancati da numerose immagini che illustrano l’opera e la sua genesi.

Proprio nelle parole di Philippe Daverio:

Patrizia Comand ha ritrovato uno dei miti sedimentati agli albori della nostra modernità […] Ha avuto il coraggio d’andarla a reperire in quella Basilea della fine del Quattrocento dove la stampa fiorisce e con i primi suoi tentativi introduce l’immagine incisa. È così che ha ridato nuova forma al mito di Sebastian Brant Das Narrenschiff.

L’opera della Comand, un trait d’union tra stampa, letteratura e arte, trova quindi il suo approdo naturale al Labirinto della Masone, che ospita la casa editrice e la collezione d’arte e di volumi antichi di Franco Maria Ricci.

PATRIZIA COMAND

Nata a Corbetta (Mi), si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera nel 1972. Nel 1974 tiene la sua prima personale. Nel 1991, da Venezia, si trasferisce per un lungo periodo in Centro America. Al suo rientro in Italia riprende la sua attività espositiva che da quel momento si amplia con partecipazioni a importanti mostre in Europa e in Giappone, in Turchia, in Bielorussia e in Marocco. Nel 2001 la Provincia di Milano le allestisce una personale intitolata Sul filo della vita con presentazione di Rossana Bossaglia. Nel 2005 riceve il prestigioso incarico di eseguire il ritratto del Pontefice Benedetto XVI per la “Sala dei Papi” della Basilica di Superga (To), che le viene rinnovato nel 2013 per Papa Francesco. Nel 2007 espone 2 grandi “teleri” (m. 20x10 cad.) intitolati Il Cielo sopra Milano, sulla facciata del Duomo di Milano. Nel 2011 espone al Museo del Fantastico di Vienna e viene invitata da Vittorio Sgarbi alla Biennale di Venezia. Dal 2006 aderisce ad un gruppo internazionale presente annualmente al Grand Palais di Parigi ed è presente nell’Archivio del “National Museum of Women in the Arts” di Washington (USA). Le sue opere si trovano in collezioni private e pubbliche in tutto il mondo.

Labirinto della Masone
Strada Masone 121
Fontanellato
Parma

 

Orario di ingresso: tutti i giorni dalle 10,30 alle 19,00; chiuso il martedì.
L’accesso alla mostra è incluso nel biglietto di ingresso al Labirinto della Masone e consente di visitare anche le collezioni permanenti e il parco.


 

Biglietto intero euro 18,00.

Riduzioni indicate sul sito.


Telefono: +39 0521 827081

Siti internet: www.labirintodifrancomariaricci.it

                      www.patriziacomand.com

Labirinto della Masone

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 470 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Metti il tuo post in evidenza

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)