L'arte? Chi ha detto che agli homeless non interessa? Gregory Kloehn!

Quella dell'artista è una professione simbolica, l'artista è un animale che attraverso il suo linguaggio ha la necessità di pensare alla relazione che ha con altri uomini e con quello che trova in questa relazione; è con la comparsa del linguaggio che l'universo ha assunto significato, la logica di tutto questo è nel pensiero simbolico visivo, nella osservazione empirica che interviene nella costruzione progressiva del rapporto con il mondo.

Questa è la logica che rende l'artista un media culturale tra umano e umano.

Questa è la logica che ha spinto Gregory Kloehn a esplorare in tempi di forte crisi economica i cassonetti della spazzatura di Oakland, non creare qualcosa da destinare al ricco collezionista privato, ma per creare smart case mobili da donare agli homeless della California; piccoli rifiuti creati con materiale di riciclo, le sue "little homeless home" sono grandi quanto un divano, fornite di tetto a spiovente per dronare acqua, hanno quattro ruote e sono vitali per il senso tetto che le riceve.

La struttura delle case è in vecchie pallet e il resto del materiale è variabile, in relazione a ciò che offre il cassonetto.

Come è nato questo progetto?

Un homeless si è rivolto a Gregory per una coperta, Gregory aveva da offrirgli "soltanto" l'opera a cui stava lavorando, una piccola casa mobile con cucinino, cisterna e botola per smaltire i rifiuti.

In questa maniera ha compreso come prestare il suo servizio simbolico per la sua comunità, gallerie, privati, quotazione d'asta e quant'altro non hanno niente in comune con questo artista.

Ma la sua storia non si ferma, non solo continua a realizzare rifugi mobili per i senza tetto, ma vista la domanda tiene dei veri e propri corsi per insegnare loro a costruirsi il loro rifugio in qualsiasi momento.

A proposito qualora vi andasse di sostenerlo, anche inviandogli i vostri materiali di scarto questo è il suo account facebook: https://www.facebook.com/gregorylincoln.kloehn

Questo è il suo sito internet:

http://homelesshomesproject.org/

 

P.S. Non mi fermerò mai dal raccontarvi storie di artisti come questo, li sento affini e vicino e trovo indecoroso che ancora nell'anno quattordici del terzo millennio, si continui a subire la favoletta del valore di un artista dettato dal suo valore di mercato, per questa fiaba il globo si è indebitato e i linguaggi dell'arte invece che condivisi sembrano essere stati azzerati.

See video
mimmo di caterino

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 609 visitatori collegati.

Informazioni su 'Mimmo Di Caterino'

Metti il tuo post in evidenza

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)