Daniele Basso realizza il premio "Best Ambassador 2016" Rossocorsa Ferrari

Premio Rossocorsa Ferrari realizzato da Daniele Basso

Nel contesto delle attività annuali "VIP Clients" Rossocorsa Ferrari ha consegnato a Torino l'ambito premio "Best Ambassador 2016", realizzato per l'edizione 2016 dall'artista Daniele Basso. Un premio d'arte che Rossocorsa Ferrari riserva ai migliori protagonisti ed appassionati del Cavallino, che nel tempo hanno saputo interpretare in modo personale il mondo Ferrari, cogliendone a pieno lo spirito esclusivo, legato tanto alle performances incredibili in pista, quanto allo stile ed alla sobria eleganza Made in Italy nell'uso quotidiano delle vetture. Un premio che è testimonianza concreta della cultura Rossocorsa Ferrari, cha va oltre il concetto di servizio, entrando con discrezione nella quotidianità dei suoi clienti, sostenendo il bello quale valore necessario al benessere della persona.

 

"Un premio - sottolinea Claudio Grosso, responsabile marketing Rossocorsa - disegnato dall'artista italiano Daniele Basso, giovane ma già noto in campo internazionale, che sottolinea il legame forte del mondo Ferrari e di Rossocorsa con cultura ed arte, che insieme alla passione per i motori, rappresentano il miglior esempio del Made in Italy riconosciuto nel mondo. Una scelta che pone Rossocorsa in una luce esclusiva nel panorama Ferrari, per una qualità del rapporto e del servizio che vogliamo ci contraddistingua sempre di più!"

 

"Un privilegio - conclude  l'artista Daniele Basso - per una collaborazione esclusiva con Rossocorsa che mi onora profondamente. Un premio che ho immaginato per evidenziare il legame della bellezza con le performances. Un legame profondamente italiano che oggi va salvaguardato come un bene prezioso. Ferrari ne è sicuramente uno degli esempi migliori nel campo dell'auto e del design, ma che con l'arte si carica di valori simbolici ed universali. Un premio che è un omaggio alla bellezza a mio avviso sempre più necessaria per migliorare la nostra vita. Sottoposti quotidianamente al peso delle responsabilità, la bellezza ci salva l'animo e ci ricorda la gioia di vivere!".

 

In un percorso che lo ha visto protagonista a NYC, San Pietroburgo, Città del Vaticano, Lugano, Monte Carlo solo negli ultimi anni; interprete di collaborazioni prestigiose con Coca-Cola e con Ski World Cup Alta Badia; ora in mostra alla Contini Art Factory di Venezia, Daniele Basso ha sempre vissuto l'arte come espressione universale dell'animo umano ed impegno etico, capace di portare messaggi attraverso le emozioni, direttamente nel cuore delle persone.

 

Daniele Basso_ Biografia

"Tutti uguali, allo specchio, siamo sospesi  tra sogno e realtà. Superata la funzione, le mie opere specchianti sono riflessioni sulla contemporaneità. Pensieri da terminare col  nostro significato...".

 

Nato professionalmente nella moda con Gianni Versace, cresciuto nella comunicazione in Publicis e nel design tra NY e Parigi in Versace Group, Ermenegildo Zegna e FIAT Auto, nel 2006 fonda GlocalDesign Studio (Pensa Globale, Agisci locale), attivo nei settori Fashion, Interior e Lighting. Appassionato all'acciaio specchiante, prima in partnership con marchi d'eccellenza tra cui Swarovski, Mila Schon, Krizia, Moncler, Napapijri, Molteni&C, Italamp, Slide e SanPatrignano, dal 2012 inizia la carriera artistica invitato tre volte alla Mostra Internazionale d'Arte La Biennale di Venezia, in mostra a NYC, Parigi, Dubai, Lugano, Monte-Carlo, San Pietriburgo, Oslo, Forte Dei Marmi, Città del Vaticano, Milano, Bologna e Napoli, con opere in diverse collezioni tra cui al Museo del parco di Portofino. Nel 2015 la scultura Coke Its Me (Centenario Coca-Cola Contour Bottle - Expo Milano e WOCC Museum), la mostra Corporate Art (Galleria Nazionale Arte Moderna Roma), la collettiva OPEN (Film Festival e 56.Biennale di Venezia) e la scultura GIGANT (30° Anniversario Ski World Cup Alta Badia - Dolomites). Nel 2016 la collettiva alla Contini Art Factory di Venezia, la scultura Aquamantio per il Centenario di MOSCA1916 e l'opera "Aureo" per "Officine della Scrittura" Museo Aurora - penne Made in Italy.

 

Beatrice Pazi

Informazioni su ''