Il tram passa, la costituzione resta (Letture Ri-Costituenti: Altera e Opiemme)

Letture Ricostituenti è un iniziativa del Comune di Torino, promossa dal Settore Politiche Giovanili, rivolta a diffondere la costituzione nella quotidianità, sensibilizzando i più giovani, tramite una serie di interventi nell'urbe, e in particolare alle fermate degli autobus, alla conoscenza dei valori in essa contenuti, nella ricorrenza del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia.

L'associazione Altera ha realizzato un video nel quale documenta l'affissione di manifesti riportanti gli articoli, associati alle linee del trasporto pubblico e che descrive un momento nel quale l'artista Opiemme appende alcuni dei 12.000 Rotolini di Poesia "riempiti" con articoli della Costituzione Italiana.

 

Per informazioni: costituzione@alteracultura.org

www.torinogiovani.it

www.alteracultura.org

www.opiemme.com

www.laboratoriocreativo.com

 

ARTICOLI E CITAZIONI:

ART. 1
L'Italia è una Repubblica democratica,
fondata sul lavoro. La sovranità
appartiene al popolo, che la esercita
nelle forme e nei limiti della Costituzione.

La sovranità appartiene al pubblico
che partecipa nelle forme in cui è
informato dai media.
Opiemme

Senza lavoro il 29,8% dei giovani.
Fonte Il Sole 24 Ore

Nel 2010 il lavoro nero ha fatto
fatturare circa 145 miliardi di euro
pari al 10% del Pil

ART 2
La Repubblica riconosce e garantisce
i diritti inviolabili dell'uomo, sia come
singolo sia nelle formazioni sociali
ove si svolge la sua personalità, e
richiede l'adempimento dei doveri
inderogabili di solidarietà politica,
economica e sociale.

Se è un dovere rispettare i diritti degli altri,
è anche un dovere far rispettare i propri.
Herbert Spencer

L'idea di chi vorrebbe, in nome della libertà,
fondare l'anarchia e cancellar la società
per non lasciare che l'individuo coi
suoi diritti, non ha bisogno di confutazioni
da me: tutto il mio lavoro combatte
quel sogno colpevole che rinnega progresso,
doveri, fratellanzaumana, solidarietàdinazioni.
G. Mazzini

E’ più facile spezzare un atomo che
un pregiudizio.
Einstein

ART 4
La Repubblica riconosce a tutti i
cittadini il diritto al lavoro e promuove
le condizioni che rendano effettivo
questo diritto. Ogni cittadino ha il
dovere di svolgere, secondo le proprie
possibilità e la propria scelta, un'attività
o una funzione che concorra al progresso
materiale o spirituale della società.

Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie.
Ungaretti

Proverbi contemporanei

Precarietà è: non sapere quando si
potrà sapere quando si lavorerà,
dove si lavorerà, e se si lavorerà.

Precari si nasce a tempo
indeterminato si diventa.

ART. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità
sociale e sono eguali davanti alla legge,
senza distinzione di sesso, di razza,
di lingua, di religione, di opinioni
politiche, di condizioni personali
e sociali. [...]

Dopo tutto c'è soltanto una razza:
l'umanità.
George Moore

Il razzismo finirà quando si potrà
dare dello stronzo a un negro.
Dino Risi

Il razzismo è un modo di delegare
ad altri il disgusto che abbiamo
di noi stessi.
Robert Sabatier

ART 7
Lo Stato e la Chiesa cattolica sono,
ciascuno nel proprio ordine,
indipendenti e sovrani. I loro rapporti
sono regolati dai Patti Lateranensi.
Le modificazioni dei Patti accettate
dalle due parti, non richiedono
procedimento di revisione costituzionale.

Un'indagine condotta da Swg
rivela un dato che colpisce:
il 53% degli intervistati definisce
gli interventi delle autorità ecclesiastiche
nel dibattito politico "non corretti".
La Repubblica

Quando la religione diventa un grande
potere all'interno dello Stato, lo Stato
di per sé perde potere sui suoi cittadini.
Tiziano Terzani

Alleandosi a un potere politico, la
religione aumenta il suo potere su
alcuni uomini, ma perde la speranza
di regnare su tutti.
Alexis de Tocqueville

ART 9
La Repubblica promuove lo sviluppo
della cultura e la ricerca scientifica
e tecnica. Tutela il paesaggio e il
patrimonio storico e artistico della
Nazione.

Riforme e giovani erano le citazioni
maggiormente utilizzate dal Capo
dello Stato, Napolitano, per fare il
bilancio nel suo messaggio al paese nel 2009.
Investire su scuola e ricerca, nel 2011.

Proverbio popolare
Dove c'è bisogno di fatti,
le parole non bastano

ART. 10
[...] Lo straniero, al quale sia impedito
nel suo paese l'effettivo esercizio
delle libertà democratiche garantite
dalla Costituzione italiana, ha diritto
d'asilo nel territorio della Repubblica
secondo le condizioni stabilite dalla
legge. Non è ammessa l'estradizione
dello straniero per reati politici.

Proverbio
Come tratterai gli ospiti in casa tua,
sarai trattato in casa altrui.

L'atto più alto e più fecondo della
libertà umana sta, infatti, più
nell'accoglienza che nel dominio.
Jacques Philippe

ART.11
L'Italia ripudia la guerra come
strumento di offesa alla libertà degli
altri popoli e come mezzo di risoluzione
delle controversie internazionali;
consente, in condizioni di parità con
gli altri Stati, alle limitazioni di
sovranità necessarie ad un ordinamento
che assicuri la pace e la giustizia fra
le Nazioni; promuove e favorisce le
organizzazioni internazionali rivolte
a tale scopo.

Quando i ricchi si fanno la guerra sono
i poveri che muoiono. Jean Paul Sartre

I ricchi celebrano i poveri morti e la
storia procede, senza rivolta. Opiemme

Nella guerra dell'informazione non
conta se il proprio Stato sia in guerra,
ma se i media dichiarino o meno che lo sia.
Per renderla accettabile, questa diviene
la guerra per la pace. Opiemme

C'è una cosa più forte di tutti gli eserciti
del mondo, e questa è un'idea il cui
momento è ormai giunto. Victor Hugo

Quando gli elefanti combattono è
sempre l'erba a rimanere schiacciata.
Proverbio Africano

ART.13
La libertà personale è inviolabile.
Non è ammessa forma alcuna di
detenzione, di ispezione o
perquisizione personale, né qualsiasi
altra restrizione della libertà personale,
se non per atto motivato dell'Autorità
giudiziaria e nei soli casi e modi
previsti dalla legge.[...]

Non condivido la tua idea, ma darei
la vita perché tu la possa esprimere.
Voltaire

Per l'uomo, essere libero significa
essere riconosciuto e trattato come
tale da un altro uomo,

ART 16
Ogni cittadino può circolare e soggiornare
liberamente in qualsiasi parte del territorio
nazionale, salvo le limitazioni che la legge
stabilisce in via generale per motivi di sanità
o di sicurezza. Nessuna restrizione può essere
determinata da ragioni politiche. Ogni
cittadino è libero di uscire dal territorio della
Repubblica e di rientrarvi, salvo gli obblighi
di legge.

Due anni lui gira per il mondo: niente telefono,
niente piscina, niente cani e gatti, niente
sigarette. Libertà estrema, un estremista,
un viaggiatore esteta che ha per casa la
strada. Così ora, dopo due anni di cammino
arriva l'ultima e più grande avventura.
L'apogeo della battaglia per uccidere il falso
essere interiore, suggella vittoriosamente
la rivoluzione spirituale. Per non essere più
avvelenato dalla civiltà lui fugge, cammina
solo sulla terra per perdersi nella natura
selvaggia.
C. J. McCandless

 

 

 

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 464 visitatori collegati.

Informazioni su 'Leonardo Pazienza'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)