Francesco Pignatelli - Apparizioni

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
comunicato stampa:
 
APPARIZIONI
tre opere di Francesco Pignatelli

a cura di Arnoldo Mosca Mondadori


Tre “Annunciazioni”, reinterpretate in chiave contemporanea dall’artista milanese Francesco Pignatelli, compariranno, nel mese di Maggio, in tre luoghi simbolici della città di Milano:

- Carcere di San Vittore
- Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio
- Ospedale San Raffaele


L’opera centrale, dal titolo “Annunciazione Imprigionata”, sarà installata all’ingresso del VI raggio di San Vittore, dietro le sbarre, dalla parte dei carcerati. L’opera verrà donata e rimarrà stabile quale segno della necessità di una nuova riflessione sul rapporto tra spirito e pena.
La seconda “Annunciazione” di Pignatelli verrà accolta nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio, all’interno della Cappella dedicata alla Madonna e sarà l’unica opera accessibile al pubblico. La terza “Annunciazione” sarà collocata nel reparto “nascite” dell’Ospedale San Raffaele quale simbolo di “speranza”.

Le tre Madonne sembrano richiamare i tre significati del discorso di San Paolo nella prima lettera ai Corinzi: "... Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e la carità; ma di tutte più grande è la carità!"

Dettagli:
Annunciazione Imprigionata, cm 213 x 180. Carcere di San Vittore. Inaugurazione Domenica 1 Maggio 2011 durante la messa delle h. 8.00. Solo su invito.

Annunciazione 9, cm 211 x 126. Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio, inaugurazione Domenica 1 Maggio 2011 durante la messa delle h. 11.00. Ingresso libero. L’opera resterà in esposizione fino al 31 Maggio 2011.

Annunciazione 5, cm 126 x 170. Ospedale San Raffaele, “Nido”. Dall’ 1 al 31 maggio 2011.

Biografia:
Francesco Pignatelli è nato a Milano nel 1971. Dal 1992 al 1994 si trasferisce a Londra, dove comincia a definire il linguaggio che costituirà il carattere distintivo delle sue immagini, sempre in bilico tra oggettività e soggettività. L’artista indaga differenti aspetti della realtà cercando un punto di vista inconsueto, in grado di trasformare ciò che vediamo in ciò che non avremmo mai immaginato di vedere. Si misura, in questo modo, con temi diversi, come la figura umana e la sua dimensione psicologica; le metropoli contemporanee e le loro comuni ossessioni visive, capaci di fondere culture e luoghi in apparenza diversi in un’unica grande città globale; i dipinti rinascimentali presentati in chiave contemporanea, dove il messaggio originale si apre a nuove interpretazioni; i boschi, estremamente visionari, in cui la natura si rivela in tutta la sua fragilità, ma acquista anche nuova forza, così da essere allo stesso tempo minacciata e minacciosa; la morte e la rinascita visti attraverso la metamorfosi dell’immagine; il sacro e la sua posizione sempre più effimera nella vita quotidiana; il linguaggio dell’immagine contemporanea che diventa universale ma incomprensibile, simbolo della crescente alienazione dell’uomo del XXI secolo. Pignatelli, così, invita a riflettere, in maniera del tutto originale, su alcuni dei temi cruciali della nostra epoca. L’uso della stampa in negativo/colore gli consente di sospendere le immagini in una dimensione fuori dal tempo, che spinge a guardare la realtà in maniera più contemplativa, come se non ne fossimo parte integrante. L’artista, infatti, ricorre alla fotografia seguendo un’ideologia inversa al suo funzionamento accreditato: se la fotografia nasce come dispositivo della memoria, Pignatelli la usa, al contrario, per cancellare i ricordi, abbandonando ogni funzione conservatrice in favore di una funzione ricreatrice.
Tra il 1999 e il 2010 realizza installazioni in gallerie e spazi pubblici a Torino, Milano, Roma, Venezia, Colonia, Strasburgo, Bonn, Parigi e Toronto.
Vive e lavora a Milano.

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 898 visitatori collegati.

Informazioni su 'Alan Music'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)