Fever of the worn land by DAleast

Ho intervistato lo street artist cinese DALeast, in occasione della mostra "Fever of the worn land", fino al 23 maggio a Carugate (info: http://www.urbanpainting.info/)

 

 

Iniziamo dal titolo della tua mostra a Milano (e poi a Carugate): cosa significa?

É la frase che aiuta a trasmettere come mi sento nei confronti del mondo che vedo intorno a me

oggi.

Quali sono i soggetti e i temi delle tue opere?

Mi piace realizzare diversi soggetti per presentare i miei temi, che vengono dal mondo. A volte mi

piace mostrare creature che sono un veicolo dell’anima, altre volte descrivo il veicolo per le creature.

C’è qualche tuo lavoro che ami particolarmente?

Amo la maggior parte dei miei lavori poiché sento che sono come i miei figli.

Cosa vuoi esprimere e trasmettere attraverso il tuo lavoro?

Voglio condividere la mia esperienza e l’emozione alle persone. Questo è il vero motivo per

cui metto la mia arte in spazi pubblici. Non mi piace dire agli altri cosa è giusto o sbagliato

con le mie opinioni, ma cerco di essere uno specchio che stia nel mezzo.

Dove trovi ispirazione per i tuoi lavori e come nascono? C’è qualche particolare fonte

artistica o artisti che ti ispirano?

Penso che l’ispirazione delle mie opere venga dal mondo attorno a me, faccio anche dei sogni

che mi danno l’ispirazione mentre dormo. Mi piace leggere la filosofia antica orientale, traggo

molta energia ed idee, non solo per la mia arte. Penso che la Natura sia la migliore artista,

sono molto ispirato da Lei.

Hai studiato scultura, come questo influenza la tua opera pittorica? C’è una ricerca

dell’elemento tridimensionale?

Ho conosciuto meglio il mondo del 3d  e ciò che sta dietro la superficie creando le mie

sculture; penso ciò abbia influenzato la mia pittura e abbia cambiato il modo in cui vedo le

cose attorno a me.

Mi parli del tuo stile: usi uno stile molto riconoscibile ed essenziale; come sei giunto ad una

simile cifra stilistica? Tutte le spirali, significano qualcosa?

Mi piace usare colori monocromi come nero, bianco e grigio. Preferisco focalizzarmi

su un fisico definito, che ha meno illusione senza una superficie colorata. I colori monocromi sono

abbastanza forti per me. Lo scheletro è la cornice di fondazione, le spirali sono la traiettoria

crescente per gli elementi materiali. Lavorano assieme per creare il nostro corpo e il mondo

fisico che il corpo può sentire. Quindi ho solo imparato dalla natura per far ciò.

Spesso I soggetti delle tue opere sono animali: perchè, cosa rappresentano per te?

Mi piace dipingere diversi soggetti, non solo animali, ma dipingo molto questi perchè

li amo, portano al mondo più vitalità, inoltre mostrano allo spettatore la condizione del

mondo. È molto difficile vederli intorno oggigiorno. Potresti sentirti freddo e triste se

sbarcassi su un pianeta che ha solo un tipo di creatura con le loro macchine, quindi

dipingere gli animali è un modo per condividere il mio pensiero e il mio memento.

Qual è la cosa migliore dell’essere un artista e cosa significa per te essere uno street artist?

Penso gli artisti siano un gruppo di umani quasi fuori dal sistema, la loro vocazione è pensare in

modo insolito, quindi è un dono per chi è artista. Gli street artist si divertono molto quando creano

i loro lavori, poiché quando lavori in uno spazio pubblico tutto può accadere, quindi è una sfida

maggiore per l’artista. Quando il lavoro è finito tutti lo possono vedere. Che bella cosa! Quindi

essere uno street artist significa non annoiarsi mai.

Come scegli il luogo in cui dipingere e il soggetto in relazione al contesto?

È bello se posso dipingere in alcuni punti dove ci sono molte persone intorno, mi piace

anche dipingere muri vecchi. Mi piace cambiare il mio piano originario se ho una nuova

ispirazione. Luoghi e muri sono come persone per me, devo incontrarle e parlarci, e poi

iniziare a sapere cosa vogliono da me e cosa posso dar loro.

C’è un posto particolare dove vorresti dipingere?

Amo dipingere su costruzioni vecchie o abbandonate che sono piene di storie ed energia latente.

Posso attraversare il tempo realizzando le mie opere..

Quali sono le reazioni delle persone di fronte al tuo lavoro?

Mi piace vedere le persone rimanere a lungo davanti ai miei lavori.

I tuoi progetti futuri?

Io e mia moglie Faith47 stiamo viaggiando molto insieme, viaggiamo e dipingiamo in diversi

paesi quasi ogni mese, quindi siamo sempre parte dello stesso progetto. Abbiamo appena avuto una

mostra in Australia il mese scorso. Alcuni progetti si svilupperanno quest’anno. Questo mese spero

ci divertiremo in Israele.

 

Artist portrait

Nome: DAL EAST

AKA: DAL

Nazionalità: Cinese, 1984

Studi: Institute of Fine Art in Cina

Attivo dal: 2004

Tecnica: spray per opere in spazi pubblici, inchiostro e the in studio

Soggetti: creature, oggetti, energia, emozione

Stile: uno stile riconoscibile simile allo schizzo: la forma dei soggetti viene data da spirali di linee

nere, bianche ed argento.

Luoghi: Australia, Francia, Danimarca, Germania, Italia, USA, Sud Africa, Grecia, Cina.

 

www.daleast.com

 

versione inglese

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 672 visitatori collegati.

Informazioni su 'Veronica Azimonti'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)