"La festa delle acque". Una personale di Andrea Bruno

"La festa delle acque". Una personale di Andrea Bruno

Titolo

"La festa delle acque". Una personale di Andrea Bruno

Inaugura

Venerdì, 17 Gennaio, 2014 - 18:30

A cura di

Elastico

Artisti partecipanti

 

Andrea Bruno (Catania, 1972) è un autore di fumetti.

Le sue storie a fumetti sono state pubblicate su numerose riviste e antologie italiane e internazionali, tra le altre: Internazionale, Lo straniero, Black, Mano, Strapazin.

Nel 2005 è stato tra i fondatori del gruppo Canicola, con il quale ha dato vita all'omonima rivista.

E' autore dei volumi Brodo di niente (Canicola, 2007), Sabato tregua (Canicola,  2009) e Come le strisce che lasciano gli aerei (Coconino, 2012, su testi di Vasco Brondi), tutti pubblicati anche in Francia da Rackham editions.

Vive e lavora a Bologna.

 

Presso

elastico studio
via porta nova 10, bologna

Comunicato Stampa

 

 

Autore la cui identità artistica si lega indissolubilmente all'ambito del fumetto, Andrea Bruno si confronta per la prima volta con il grande formato in occasione della personale che Elastico Studio ospita per la trentottesima edizione di Arte Fiera, visitabile dal 17 gennaio all'1 febbraio 2014 nella sede di Via Porta Nova 12.

 

Nucleo centrale da cui si dipana il progetto in mostra è l'immaginario sviluppato dall'autore nel leporello recentemente pubblicato da Alessandro Berardinelli Editore nella “Biblioteca onirica”, collana di cui sono protagonisti fumettisti ed artisti contemporanei chiamati ad illustrare le proprie visioni notturne (http://www.alessandroberardinellieditore.com). 

 

Stampato in serigrafia ed in edizione limitata, ciascun volume diventa così un oggetto puramente visivo che si presta ad una duplice lettura grazie alla  particolare piegatura a fisarmonica propria di questo formato, che permette al contempo la fruizione per coppie di tavole oppure la visione d'insieme data dallo svolgersi del leporello intero.

 

Sviluppando al di fuori dei confini del libro le suggestioni del sogno su cui poggia la narrazione per immagini che vi è contenuta, La festa delle acque va a costruirsi come un progetto espositivo organico ed autonomo che, pur partendo dalle tavole originali del leporello, ne sviluppa l'immaginario trasferendolo sul grande formato. 

 

Sulla scia del meccanismo di associazioni visive caratteristico dell'attività onirica, l'autore si misura infatti con dimensioni assolutamente inusuali nel fumetto, amplificando la potenza espressiva di una delle cifre caratteristiche del suo stile: il bianco e nero della china su carta su cui si stratifica ulteriormente il bianco, che si fa incredibilmente materico per chi ne conosca solo le opere stampate.

 

 

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 3 utenti e 705 visitatori collegati.

Inaugurano Oggi

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)