Fabrizio Ruggiero al Premio Laetitia Cerio, Capri

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

IV PREMIO LAETITIA CERIO A CAPRI

A Capri, Sabato 2 Giugno alle ore 18 prende il via la IV Edizione del Premio Laetitia Cerio, ospitato nelle sale del Museo Cerio.

Fra gli artisti invitati particolare interesse desta l’opera di Fabrizio Ruggiero, artista napoletano residente in Toscana, che presenta due affreschi su memoria e tempo con rimandi da Dada alle immagini simboliche rinascimentali.
Nel primo, «Outlast outlying Time », appare, riflesso sullo sfondo, il Palazzo Gropallo Rocca Saporiti, in Corso Venezia 8 a Milano. Questo palazzo è un vero esempio dell’arte e della mentalità dell’”apparire”, la sua facciata fu costruita nel 1805 come quinta scenica lungo il percorso di Napoleone per l’incoronazione a re d’Italia in Duomo, mentre il retrostante vero e proprio palazzo fu costruito solo sessant’anni dopo.  In primo piano un “ Oggetto indistruttibile” osserva, con la sua pupilla di turchese, chi lo guarda. E’ nota la storia dell’Object to Be Destroyed di Man-Ray distrutto durante una mostra da un gruppo di studenti che avevano preso alla lettera l'invito implicito nel titolo dell’opera. Man Ray poi ricostruì l’oggetto rinominandolo Indestructible Object, che a mia volta ho trasformato, sostituendo alla foto dell’occhio di Lee Miller, assistente, modella e amante dell’artista con quella simbolica di un occhio stilizzato di Shiva con pupilla di turchese, simbolo di conoscenza. Ogni ricordo, anche se di uno stesso evento, è diverso da quello precedente.
Nel secondo, «Fortitudo et Caritas», appare una colonna spezzata e un busto femminile privo di braccia.
Piero della Francesca dipinse una colonna spezzata sul carro trionfale del Duca di Urbino, ed una colonna spezzata appare nel “Portale di Como” dipinto da Mantegna e Lorenzo Costa, mentre due colonne spezzate si trovano nella “ Tempesta" di Giorgione, solo per parlare di alcune delle tante colonne spezzate disseminate nell’ arte del Rinascimento . Cosa le unisce, cosa hanno in comune?
Una Colonna Spèzzata è il simbolo di “ Fortitudo”, una delle quattro virtù cardinali. “ Fortitudo”, la fortezza o fermezza, è la capacità di resistere alle avversità, di non scoraggiarsi dinanzi ai contrattempi, di perseverare nel cammino di perfezione... mentre un’altra virtù, ”Caritas”, la Carità, espressione di amore per Dio e per il prossimo, la massima espressione della Rinuncia e quindi della ricerca per l’Assoluto, è rappresentata nuda.
Il sottile contrasto fra la fortezza morale e la rinuncia porta con sé una delle più alte lezioni del Rinascimento, La Carità unita alla Fortezza genera Amore.
Nell’epoca contemporanea, Fortezza e Carità, appaiono come concetti slegati fra loro che, al più, coesistono sul piano della memoria e se la colonna è già spezzata, dell’immagine simbolica della Carità resta solo un frammento dall’aspetto alquanto corroso... E’ ancora possibile comporre un’allegoria?
 
Petra kerman

 

CENTRO CAPRESE
MUSEO IGNAZIO CERIO
CAPRI

Inaugurazione della mostra 

Sabato 2 Luglio 2011   ore 18

2 – 15 luglio 2011

 

Data Inaugurazione: 
Sabato, 2 Luglio, 2011 - 18:00

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 628 visitatori collegati.

Informazioni su 'Redazione'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)