ESSENZA MUTAFORME

ESSENZA MUTAFORME

Titolo

ESSENZA MUTAFORME

Inaugura

Sabato, 26 Maggio, 2012 - 18:30

A cura di

Giona Costa

Artisti partecipanti

Roberta Susy Rambotti

Presso

VILLA FABRIS

Comunicato Stampa

Il giorno 26 maggio, alle ore 18.30, con il patrocinio del Comune di Thiene presso Villa Fabris, verrà inaugurata la mostra personale di sculture “ESSENZA MUTAFORME” dell’artista desenzanese Roberta Susy Rambotti.
Nella personale Roberta presenta le sue composizioni-sculture fatte solo di terra, di acqua, aria e fuoco: “lavoro la terra perché mi sento della terra … ciò che cerco di fare è semplicemente assecondare il mio corpo, lascio che la mano e la materia si relazionino e dialoghino ed io non giudico ciò che avviene, è così e ne prendo atto. Con la mente non riesco ad immaginare tali forme… le forme le canalizzo diventando io stessa uno strumento”. Ed è così che Roberta si lascia guidare. Ma è staccandosi da loro, mettendole nel fuoco che le consacra definitivamente, ed è un momento di grande emozione, che sfiora la sofferenza. Un timore ancestrale affiora nel consegnare quelle forme, uscite dal suo sentire più profondo e inconscio, al fuoco.
Osservando le sue sculture si coglie che sono, insieme spazio e tempo, mutano continuamente e non c’è un punto di vista privilegiato per entrare in comunicazione con loro. Fluttuano nell’aria, salgono o si adagiano, seguono andamenti ora morbidi, ora pungenti, ora concavi e convessi, complementari e opposti. A volte sono graffiate, segnate da linee e anfratti d’ombra, altre volte sono accarezzate, luminose e lisce. Sono solo tracce - ex-posto - di un movimento interiore, altrimenti invisibile. Alternano organicamente accumulo e rarefazione, unità e frammentazione, ordine e disordine. Lasciano scorgere morfologie naturali, evocando segni maschili e femminili. Soltanto una relazione empatica può farci entrare in contatto con loro.
Il fare arte può diventare un mezzo, un processo di conoscenza e di guarigione, per l’artista come per il fruitore? Per alcuni tra i maggiori artisti del secolo scorso, come nelle culture primitive, l’artista è anche sciamano, ed è anche rivelatore dell’Angelo, in contatto con l’Assoluto, veggente…
<>. Ed è proprio in questo rapporto con l’invisibile che le forme create da Roberta possiedono la forza del legame con la tradizione di quell’arte astratta che è stata capace, a partire dalle avanguardie storiche, di aprire le strade per scendere nel profondo, per esprimere la densità interiore del mondo delle nostre sensazioni.
A Villa Fabris, Roberta espone il lavoro realizzato nel corso di un anno, decisa a vivificare a contatto con il pubblico questo suo percorso di ricerca, la sua essenza mutaforme.
Alessandra Menegotto

La mostra in Villa Fabris sarà aperta dal 26 maggio al 3 giugno con i seguenti orari: lunedì/venerdì 10.00 - 13.00_ 16.00 - 19.30 sabato/domenica 10.00 - 20.00, ingresso libero.

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 513 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)