Dal tribunale della mente

Dal tribunale della mente

Titolo

Dal tribunale della mente

Inaugura

Sabato, 20 Ottobre, 2012 - 11:45

A cura di

Mauro Zanchi, Corrado Benigni

Artisti partecipanti

Andrea Mastrovito | BridA | Clara Luiselli | Cinzia Benigni | Luca Resta | Mario Cresci | Sara Benaglia | Temporary Black Space

Presso

Basilica di santa Maria Maggiore in Bergamo

Comunicato Stampa

Cara redazione,
vi segnalo un'iniziativa con tre mostre sul tema della giustizia.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra cortese attenzione.
Mauro Zanchi

Dal tribunale della mente
Andrea Mastrovito | BridA | Clara Luiselli | Cinzia Benigni | Luca Resta | Mario Cresci | Sara Benaglia | Temporary Black Space

a cura di Mauro Zanchi e Corrado Benigni

20 ottobre – 18 novembre 2012 | Basilica di Santa Maria Maggiore
Piazza Duomo, Città Alta, Bergamo

Mostra all'interno della rassegna: Sui piatti della bilancia. L'occhio della Giustizia tra arte e letteratura.
Inaugurazione: sabato 20 ottobre ore 11,45

Orari:
Sabato: ore 10.30-12.30 / 15.00-18.00
Domenica: ore 15.00-18.00
Da Lunedì a Venerdì visite su prenotazione: tel. 035.223327

Evento promosso da:
Fondazione Mia – Congregazione della Misericordia Maggiore / www.operapiamia.it

In collaborazione con: Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo | Fondazione Comunità Bergamasca | Sguardi a perdita d’occhio | Molte fedi sotto lo stesso cielo |

Dal 20 ottobre saranno visitabili anche due mostre parallele, sempre
intorno al tema della Giustizia.
Nella Galleria Marelia (via Guglielmo d'Alzano, 2b-Bergamo) ci sarà una
mostra dei Ferrario Freres, mentre nella Traffic Gallery (via San Tomaso
92 - Bergamo) si potranno vedere le opere di BridA (degli artisti sloveni:
Jurij Pavlica, Sendi Mango, Tom Kersevan).

Dal Tribunale della mente
a cura di Mauro Zanchi e Corrado Benigni

La Giustizia, come ha scritto Gustavo Zagrebelsky, è una “dimensione
del vivere quotidiano”, che rimanda a questioni che sono a fondamento
della nostra convivenza. Un concetto, quello della Giustizia, che spesso,
nella storia anche recente, si è prestato a manipolazioni e abusi. Questa
breve rassegna ha proprio lo scopo di indagare il tema della Giustizia
focalizzandolo da diverse angolature. A offrirci il loro punto di vista saran-
no: Gherardo Colombo, magistrato protagonista dell'inchiesta di Mani
Pulite, di cui quest'anno ricorre il ventennale; Adriano Prosperi, profes-
sore di storia alla Scuola Normale di Pisa, autore di molti volumi su questo
tema, in particolare “Giustizia bendata” (Einaudi), in cui indaga i diversi
modi con cui la Giustizia è stata rappresentata nell'arte di tutti i tempi;
Franco Buffoni, tra i più importanti poeti italiani contemporanei e tra i
nostri maggiori autori civili: si è occupato, anche con il proprio lavoro in
versi, dei problemi legati ai diritti umani.
Queste personalità ci aiuteranno ad indagare, con la loro esperienza e
conoscenza, il tema complesso e sfaccettato della Giustizia, con uno
sguardo anche sulla realtà che stiamo vivendo. Tutto questo senza
dimenticare la lezione degli antichi greci, secondo i quali il bene era com-
posto inseparabilmente da giustizia e bellezza. Fare scempio della bel-
lezza, per loro, era massima ingiustizia. Una lezione che dovrebbe esse-
re presa a modello ancora oggi.
L'incontro con Franco Buffoni sarà anche l'occasione per inaugurare,
all'interno dei matronei della Basilica di Santa Maria Maggiore, una
mostra collettiva di giovani artisti contemporanei (Andrea Mastrovito | BridA | Clara Luiselli | Cinzia Benigni | Luca Resta | Mario Cresci | Sara Benaglia | Temporary Black Space) che presenteranno opere realizzate appositamente per questa rassegna.

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 448 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)