Via Crucis

Via Crucis

Titolo

Via Crucis

Inaugura

Giovedì, 8 Novembre, 2012 - 19:00

A cura di

Giuseppe Marvelli - Lucilla Trotta per Sassetti Cultura

Artisti partecipanti

Vittorio Sedini

Presso

Sassetti Cultura

Comunicato Stampa

Info Mostra
tel. 02 69002988
info@sassetticultura.it
www.sassetticultura.it

Presidente Francesco Tripodi
Coordinatore artistico Lucilla Trotta
Via Volturno 35 – 20124 Milano

COMUNICATO STAMPA

dal 08 al 18.11. 2012 Orari 10.30 12.30 – 16.00 19.00 dal lunedì al venerdì

Via Crucis Quindici tavole ispirate ad un commento di Primo Mazzolari
Mostra personale di Vittorio Sedini

Vernissage 08.11.2012 ore 19.00

L’uomo è una creatura che cade. Lo si incontra più spesso a terra che in piedi. Primo Mazzolari

“Ad un certo punto della mia ricerca, proprio mentre mi sembrava che la strada finisse lì, mi accorsi che avevo perso di vista l’altro. Bisognava camminare in compagnia. Il pensiero, la storia e la vita di un compagno di viaggio mi avrebbe mostrato un altro orizzonte. Pensai alla Via Crucis.
Vi trovavo tutte le ingiustizie, le tragedie, i dolori del mondo, ma anche tutte le speranze e, qualche volta, l’unica certezza”.

Questa riflessione ha ispirato Vittorio Sedini alla rappresentazione di una sua inconsueta ed esclusiva Via Crucis. Le immagini delle 15 tavole seguono il proprio corso su due elementi figurativi essenziali: un ciclo geometrizzante basato sulla figura della pietra e sul contrasto dei colori-non-colori: bianco e nero.

“Insieme al nero, è il bianco il colore-non colore prediletto da Sedini, grafico squisito, in tutta la sua recente ricerca di un’espressività pittorica sempre più rarefatta, spiritualizzata, ai limiti della percezione ottica, portato all’astrazione, all’aniconicità, a fare del quadro un campo d’azione dell’interiorità, una partitura della psiche, disciplinata dall’aver ben metabolizzato la lezione dell’Astrattismo storico. La sua è l’opera di artista ritirato e umile, ma talentuoso e aggiornato. Senza minimamente preoccuparsi di fare “arte sacra”, con spirito sereno, l’artista giunge a proporci, quale esito finale, una monodìa – di silente e minimalista ma grandiosa potenza visiva – del maggior signum religioso dell’Occidente: la croce.
In questo piccolo ma sublime ciclo geometrizzante di Sedini noi riconosciamo chiaramente i princìpi culturali dell’arte concettuale contemporanea, così come la definì Sol LeWitt nel 1967: “l’idea diventa una macchina che crea arte”. Domenico Montalto

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 508 visitatori collegati.

Inaugurano Oggi

Juan Zamora - ORA (bajo al cielo de la boca)

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea A cura di:
Con:
Presso: AlbumArte

Marco Andrea Magni | Ho sempre agito per dispetto

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea A cura di:
Con: Marco Andrea Magni
Presso: LOOM GALLERY

CRYPTOGRAMS

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea A cura di: Giuseppe Pizzuto
Con: L'Atlas
Presso: Wunderkammern

Mostra RIFLESSIONI - Giorgio Albertini @ Manifiesto Blanco

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea A cura di: staff Manifiesto Blanco
Con: Giorgio Albertini
Presso: Manifiesto Blanco

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)