CorpiEstranei allo Spazio Concept

CorpiEstranei allo Spazio Concept

Titolo

CorpiEstranei allo Spazio Concept

Inaugura

Venerdì, 12 Ottobre, 2012 - 18:00

Presso

Spazio Concept Location

Comunicato Stampa

 

La parola «spazio» ritorna più volte mentre parlo di CorpiEstranei con Marta Lodola aka Monnalisa Cyberpunk e Gian Luca Vitanza Ercole aka Lowkilla, frammentandosi in più accezioni. Uno spazio d’azione. Uno spazio fisico. Uno spazio potenziale. Uno spazio condiviso, ammesso che ogni individualità sia preservata. Uno spazio mai definito da rigidi confini, ma nel quale più discipline si integrano tra loro rispondendo appieno alla conformazione assunta oggi, e a partire dal Ventesimo secolo, dalle arti. Uno spazio aperto, sperimentale e sperimentato estemporaneamente dagli artisti, che contraddice continuamente l’improvvisazione su cui alcune di queste opere si strutturano, comprovando come siano ancorate a ricerche portate avanti in tempi anche molto dilatati. Uno spazio che si smentisce e diventa ogni volta qualcos’altro rispetto alle previsioni. La ridotta prevedibilità dell’evento è proprio la forza di CorpiEstranei, nonché ciò su cui i due ideatori premono con più forza. Si tratta della messa in atto di singolarità e pluralità che prendono vita su un terreno di scambi e apporti reciproci, i quali - secondo le parole di Marta Lodola - possono effettivamente favorire la collaborazione tra gli artisti. In CorpiEstranei un soggetto ha sempre a che fare con l’altro. La stessa decisione di espandere l’evento in due giorni di apertura al pubblico presso lo Spazio Concept – venerdì 12 e sabato 13 ottobre - vuole impostare un tempo sufficiente al germogliare di rapporti e confronti tra più parti. Esso diventa il palcoscenico di quel mescolamento tra più discipline che caratterizza soprattutto le arti visive contemporanee. Musica, fotografia, danza, pittura, teatro, video supportano questi corpi ignoti al pubblico, permettendone un certo grado di apprendimento. Lo spazio milanese di Via Forcella diventa il contenitore di un lussureggiare di linguaggi variegati su cui le opere sono pensate e costruite, suddividendosi in due zone principali collegate tra di loro secondo le sperimentazioni messe in atto: quella espositiva – con dipinti, scatti fotografici, video e documentazioni - e quella performativa – con sound-project, azioni e live-set, contraddistinti da una dimensione sempre estemporanea. Il tentativo di Marta Lodola e Gian Luca Vitanza Ercole è, secondo quanto da loro stessi dichiarato, quello di creare una sorta di network, una rete a fitte trame, ciascuna diversa e in tutti i casi autonoma, entro la quale però ogni azione si pone in contatto con le altre sulla base di un interesse comune: il proprio corpo. Autoritratti che minano l’etimologia stessa del termine, non limitandosi a sottolineare fisionomie riconoscibili ma concentrandosi sul valore tragicamente corporale. Questo è spesso sublimato da espressività formali congegnate in composite descrizioni, dinamismi che si rifanno direttamente alla danza e al teatro, assemblaggi sonori che spaziano in campi allargati. Corpo idealizzato, mistico, distorto, elegante, articolato, solo evocato, in vigorosi matrimoni con la tecnologia, in enfasi dialettiche aperte sul fronte filosofico. Corpo dipinto, destrutturato, ricomposto, in movimento, statico, duplicato, aperto a floride ibridazioni. Esso è sempre quello dell’artista, promettendo una nuova concezione di autoritratto. Ne deriva una giustapposizione di individualità, azioni e mezzi accomunati da una ferma attenzione nei confronti del soggetto corpo.
Tutti gli artisti presenti riflettono ossessivamente su ciò che meglio conoscono e che allo stesso tempo è quanto di più sconosciuto, freudianamente parlando, esista al mondo: se stessi. Vi si accaniscono; è così ogni volta, anche nelle manifestazioni più velate ed eleganti. Talvolta giungono a universalizzare le proprie fattezze, rendendole accessibili, comprensibili e - perché no? - rischiaranti agli occhi altrui. Corpi non più troppo estranei quindi, ma dai quali è possibile intuire un certo grado di confidenza. Lo stesso titolo assume un significato evocativo, ponendosi come una prospettiva aperta di scambio non solo tra gli artisti, ma inclusiva nei confronti del pubblico. La ricerca di un’interazione perenne con il visitatore – di cui la performance Doll’s House Project (2012) degli stessi Monnalisa Cyberpunk e Lowkilla è con tutta probabilità l’esempio più completo - permette un’ulteriore espansione dell’evento, formulando nuove ipotesi e assumendo inedite fattezze. In alcuni casi il corpo dell’artista tende a metaforizzare un micro-mondo sociale, che fuoriesce dalla semplice espressione intimistica in maniera più eclatante. Materie e soggetti che ambiscono a diventare riflessi di realtà comuni. CorpiEstranei contiene e rappresenta, perciò, l’autoritrarsi di artisti che utilizzano uno o più mezzi per destrutturare e ricomporre la propria persona. Un’espressione di sé che vuole essere – e lo vuole fermamente e urgentemente – condivisa. Mai limitata all’autoreferenzialità, che è poi in un certo senso la piaga che colpisce gran parte delle ultime manifestazioni dell’arte più commerciale e modaiola. L’estraneità di questi corpi è allora anche un voler prendere le distanze, staccarsi da certe realtà viste come limitate e addirittura vacue, tentativo a maggior ragione apprezzabile.

                                                                                       

Ivana Mazzei

 

 

CorpiEstranei

a cura di Marta Lodola aka Monnalisa Cyberpunk e Gian Luca Vitanza Ercole aka Lowkilla

12-13 ottobre 2012

Spazio Concept Location

Via Forcella

Milano

 

Immagini

immagini mostra d'arte
arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 2 utenti e 434 visitatori collegati.

Inaugurano Oggi

Panettone Party 2017

mostre, arte, eventi, artistici, gallerie, contemporanea A cura di: Ornella Piluso
Con: Tra gli artisti presenti alla mostra: Lucia Abbasciano - Ornella Bonomi -...
Presso: Società Umanitaria

Informazioni su 'Ivana Mazzei'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)