La classifica delle cose su cui fermarsi a riflettere | Giovanni Cervi

 

 

 

 

 

 

 

 

STOP 5 – la classifica delle cose su cui fermarsi a riflettere

 

 

5  - Art Strike

Dopo qualche mese di oblio rieccomi. Ripartiamo celebrando l’anniversario dell’Art Strike del 1990. Per tre anni il mondo dell’arte era stato invitato a fermarsi per poi ripartire con un nuovo sistema. Fu un flop,  il movimento fu seguito da pochissime persone e per poi essere descritto con una certa epica dalla controcultura. E se lo facessimo oggi, ipotizzando davvero di ricominciare su nuove basi? Qualcuno se ne accorgerebbe? Come si potrebbe ricominciare?

 

4 – Down

Sono stato a Road to Contemporary Art. ne sono uscito un po’ deluso. Troppe cose già viste e organizzazione collaterale che non mi ha soddisfatto. La location (Macro Testaccio) sicuramente affascinante, ma basta quello? Non sarebbe ora di spingere un po’ viste tutte le menti che ci sono a Roma? Se tutte le strade portano a Roma è anche vero il contrario, da Roma partono molte strade per scappare dall’Urbe.

 

3 – Up

Fotografia Europea è un festival di Reggio Emilia. Ottimamente organizzato, belle mostre (beh, in realtà non proprio tutte, ma qualche neo si perdona) allestite in luoghi inusuali, tutta la città coinvolta, molte produzioni dal basso spesso di alto livello. Eventi collaterali coraggiosi (ad esempio il tributo ai Joy Division). Da sostenere.

 

2 – Call to armies

Artisti, è ora di fare qualcosa per questo mondo che è da rottamare. Penso sia ora di guardare un po’ quello che ci succede intorno, nella vita reale. Ripartiamo dalle strade e dalla ricerca di informazione vera. Operazione scuotere il sistema, scuoiare la vecchia pelle, togliere la polvere e guardare negli occhi l’uomo che ci cammina a fianco. Coraggio, non compiacimento.

 

1 – Ideas
Curatori, quante belle idee abbiamo nel cassetto? Facciamo rete e cerchiamo di produrle? Un consorzio delle idee rifiutate, la cooperativa delle mostre rifiutate, la madre di tutte le mostre. If the kids are united they’ll never be divided.

 

 

 [Stop5, la Rubrica di Giovanni Cervi, n.03
la classifica delle cose su cui fermarsi a riflettere
pubblicato su lobodilattice il 20-09-2010]

 

 

 

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 0 utenti e 504 visitatori collegati.

Informazioni su 'Giovanni Cervi'

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)