Ah Um jazz Gallery

Ah Um jazz Gallery

Titolo

Ah Um jazz Gallery

Inaugura

Giovedì, 10 Maggio, 2012 - 18:30

A cura di

Marco Testa

Artisti partecipanti

Alfonso Bonavita, Manlio Caropreso, Caterina Ciuffetelli, Francesca Fini, Francisco Goya

Presso

Sassetti Cultura Isola d'Arte

Comunicato Stampa

DAL 10 AL 30 Maggio 2012

VERNISSAGE: 15 Maggio 2012 h 18.30

CONCERTO JAZZ:
Paolo Botti (viola, banjo, dobro), in solo
con Mariangela Tandoi (fisarmonica) e Betty Gilmore (voce)

ARTISTI:
Alfonso Bonavita, Manlio Caropreso, Caterina Ciuffetelli, Francesca Fini, Francisco Goya

SOUND IN THE ART
Sei artisti tramutano in arte visiva l’armonia del suono, anche in forme dissonanti, dove la melodia è fatta di segni e pause, dove la musica è esplicitamente dichiarata o inconsciamente percepita. Il suono si materializza in immagini e le note si celano nella memoria di un’intima melodia. Pittura, scultura, incisione e video-arte, coniugano forme visive con l’epifania di un fonema. (Marco Testa)

Note sugli artisti

Alfonso Bonavita vive e lavora a Genova. “… le sue figure-non figure in realtà non sono che entità che recitano a soggetto e le campiture dei suoi quadri non sono che la rappresentazione di una realtà oggettiva. Le ingombranti, goffe, indistinte masse in movimento che popolano le sue opere e affollano lo spazio in modo invasivo, impersonale, inutile non sono che parodie dell’esistente”. (Da Beatrice Buscaroli: “Es-Empio”)

Manlio Caropreso pittore e artista multimediale. Vive e lavora a Malta e Milano.

Caterina Ciuffetelli infonde vita e vitalità a piccoli segni calligrafici, che ora si stagliano, ora si conformano, variando nel tempo, nella luce, nei colori. Quei segni sono parole infrante, note sospese, quel che resta di un linguaggio fatto di segni e pause. La sua ricerca archeologica nasce dallo sforzo di ritrovare i mezzi espressivi, che consentano di comunicare le nostre emozioni e ridare loro dignità.

Francesca Fini È video artista, live media & body art performer. “Disegno con il colore digitale ma anche con il suono, perché il movimento della mia mano sulla tavoletta viene tracciato e trasformato in suono da un sintetizzatore. La penna grafica diventa la bacchetta di un direttore d'orchestra che dirige e modula strumenti virtuali, in perfetta sinestesia con le macchie di colore che attraversano i corpi delle ballerine. (Da Francesca Fini).

Francisco Goya Uno dei più grandi pittori spagnoli (1746-1827). L’opera Follia dei tori è una tavola inserita in Desparates, la serie più matura e oscura del maestro, stampata per la prima volta solo nel 1877. Sembra che ogni tavola sia da ricollegare a un proverbio o a un modo di dire reinterpretato dalla visionarietà dell’artista: un ardito quanto improbabile sogno che vede quattro tori impossessati da una frenetica danza.

Allen Jones Nato nel 1937, è entrato tra i grandi della Pop Art negli Anni ‘60 insieme a personaggi di spicco e di successo come David Hockney e Richard Hamilton, artisti che hanno contribuito enormemente a creare la mitica immagine della Swinging London, fatta di creatività, contaminazione di linguaggi e trasgressione intellettuale.

a cura di Marco Testa
Coordinamento artistico Lucilla Trotta
Ufficio stampa Lettera 32

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 1556 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)