4CONTINENTS 4CHANGE: in mostra a New York gli scatti di Shoot4Change

4CONTINENTS 4CHANGE: in mostra a New York gli scatti di Shoot4Change

Titolo

4CONTINENTS 4CHANGE: in mostra a New York gli scatti di Shoot4Change

Inaugura

Giovedì, 5 Luglio, 2012 - 18:00

A cura di

Yelena Futeran, Grace Roth

Artisti partecipanti

Alessandro Vannucci

Alfons Rodriguez

Angelo Merendino

Antonio Amendola

Antonio Marcello

Arne de Knegt

August Bradley

Baha Souki

Beatrice Lencioni

Bruce Giffin

Davide Pizzardi

David Kame

Fabio Moscatelli

Francesco Romeo

Giovanni Barba

Giulia Rossangio

Grace Roth

Guillermo Luna

Isaak J. Liptzin

Jenn Ackerman

Katsuo Takahashi

Kerry Payne

Leo H. Santana

Marco Giovanelli

Matteo Bertolino

Ozzie Hoppe

Paolo Cardone

Paolo Quadrini

Rodney A. Ferrer

Sheikh Rajibul Islam

Stefano Pesarelli

Thomas Cristofoletti

Valerio Contini

Valerio Muscella

Vincenzo Dell’Aversano

Yelena Futeran

Presso

SOHO Photo Gallery

Comunicato Stampa

Fanno tappa in America gli scatti di Shoot4Change dai luoghi dimenticati del mondo.
Dopo il successo in Italia, dal 5 al 31 luglio il network internazionale di fotografi volontari no profit nato su iniziativa di Antonio Amendola propone la mostra fotografica 4Continents 4Change presso la Soho Photo Gallery di New York. La formula è quella di un viaggio attraverso i quattro continenti alla scoperta dei volti e delle storie che singolarmente non fanno notizia, riuniti da Shoot4Change con l’idea che la fotografia sia l’ ‘arma’ di racconto di massa più appropriata per sensibilizzare l’opinione pubblica sul sociale.
Numerose le presenze d’eccezione: dai grandi fotografi del National Geographic o pluripremiati, ai giovanissimi talenti della fotografia ai fotografi amatoriali che realizzano reportage collettivi. Diversi anche gli stili, fino alla iPhoneography.
L’ inaugurazione è il 5 luglio in occasione della cerimonia dedicata alla mostra finale della Soho Photo National Photography Competition, cui ogni anno partecipano fotografi da tutti gli Usa.

Tra i diversi reportage di 4Continents 4Change, dall’America gli scatti sul disagio mentale nelle prigioni di stato USA accanto ai visi perduti del senzatetto di Detroit. Gli scatti dei medici missionari in Amazzonia, oppure ancora le foto scattate dai bambini di periferia che danno uno squarcio di speranza tra il degrado delle loro realtà.
In Africa Shoot4Change riscopre invece le storie dei più poveri che vivono nella Città dei morti, il cimitero monumentale del Cairo. Proposti anche gli scatti in Burkina Faso di un fotografo quindicenne italiano, il racconto dei sogni dei bambini senegalesi, la perdita di identità dei popoli della Namibia a seguito della costruzione di nuove dighe.
Dall’Asia gli scatti di Fukushima dopo lo tsunami o quelli dei profughi del Myanmar in fuga verso il Bangladesh. Numerose storie anche dall’Europa, dall’Italia fino all’Ucraina che vede i bambini di Chernobyl affetti da cancro a distanza di anni dal disastro nucleare.
Alternando toni drammatici e profondi ad altri più leggeri, presenti anche i reportage collettivi di grande attualità come quelli sul movimento Occupy nato proprio a New York e il lavoro degli studenti di Next Generation, il progetto internazionale di Shoot4Change per formare fotografi sociali tra le nuove generazioni in diverse città al mondo.
Nel programma di 4Continents 4Change, anche workshop e letture portfolio nel format veloce ‘Shoot4Minutes’, banco di prova in 4 minuti aperto ai nuovi fotografi che vorranno aderire a Shoot4Change.

E’ possibile inoltre acquistare gli scatti in mostra, il ricavato delle vendite finanzierà per intero le attività no profit del network di fotografi.
Dopo New York, la prossima mostra di Shoot4Change sarà a Roma il prossimo dicembre.

arte contemporanea, gallerie, mostre, eventi

Come Arrivare?

Chi c'è on line?

Ci sono attualmente 1 utente e 474 visitatori collegati.

Informazioni su ''

Accesso utente

CAPTCHA
Inserisci il codice che vedi qui sotto. Serve per evitare la spam e dimostrare che sei un umano e non un computer.

lobodilattice newsletter

Iscrivendoti accetti le nostre Privacy Policy ( link in fondo alla pagina)